cause delle occhiaie

Le cause delle occhiaie

Marco Giglia Varie

Si parla di occhiaia, o più spesso al plurale di occhiaie, quando la zona sotto gli occhi assume un colorito diverso dal solito, più scuro e bluastro. La zona attorno agli occhi è fragile e sottile, predisposta a sviluppare pigmentazioni, piccole rughe, borse e occhiaie. Nella pelle di questo distretto detto periorbitale o perioculare:

  • sono presenti quantità inferiori di fibre collagene ed elastiche;
  • il tessuto adiposo è poco rappresentato;
  • la zona è sottoposta a molte sollecitazioni.

Tutto questi sono motivi per cui alcune condizioni si riflettono più facilmente sulla superficie cutanea. La causa delle occhiaie è imputata ad un processo di scurimento dermico da melanina o congestione emodinamica. È quindi un disturbo del microcircolo periferico a cui si aggiunge il problema della ritenzione idrica (che causa l’insorgenza di borse) con deposito di liquidi e pigmenti. Lo scurimento di questa zona sotto la palpebra può essere dovuta a diversi cromofori cutanei (sostanze che conferiscono colore alla pelle):

  • il cromoforo può essere l’emoglobina e i prodotti derivanti dalla sua degradazione (emosiderina, bilirubina) a causa dell’innescarsi di un processo infiammatorio;
  • in questo caso il colore assunto dalle occhiaie può variare dal blu-viola al giallo. Questo tipo di occhiaie è in genere temporaneo e tende a sparire da solo in breve tempo; sono spesso visibili al mattino dopo essersi coricati. Si distinguono, oltre che per il colore, per i bordi più marcati, netti, meno sfumati.
  •  il cromoforo può essere la melatonina, con una ipermelanosi attorno l’occhio di colore marrone-nero. Oltre che per il colore, questo tipo di occhiaie si può distinguere per i bordi più sfumati.

Nonostante molte ricerche la distinzione tra occhiaie causate da ipermelanizzazione e occhiaie causate da stasi vascolare non è immediata; i due fenomeni possono essere contemporanei e sono in qualche modo connessi.            L’insorgenza delle occhiaie è un fenomeno complesso e multifattoriale. Si manifesta in modo diverso e con concause diverse.

Occhiaie associate a viso pallido

Il viso pallido associato ad occhiaie nere è spesso un problema principalmente estetico. Nella maggior parte dei casi (ma non sempre) il pallore è causato da stanchezza e scarso riposo ed il colorito è dato da un minore apporto di sangue alla pelle, cosa che diventa più accentuata negli individui con carnagione chiara. Le occhiaie invece si formano perchè la pelle intorno agli occhi agli occhi si assottiglia e presenta poche ghiandole sebacee; essendo ancora più secca si evidenziano le vene dilatate sottostanti alla zona sotto agli occhi fino alla comparsa delle occhiaie.

Occhiaie da carenza di ferro

 Anemia e carenza di ferro sono condizioni che possono portare a pallore del viso e occhiaie. La mancanza di ferro, elemento fondamentale dell’emoglobina, porta ad una riduzione della quantità di ossigeno circolante. Ciò provoca una scarsa perfusione dei distretti che è responsabile del pallore del viso ed un aumentato ritorno venoso al cuore con dilatazione dei vasi venosi periorbitali e formazione di occhiaie.

Occhiaie da stress

Una delle più famose cause di occhiaie è lo stress. I periodi frenetici e stressanti associati ad un cattivo o breve riposo sono causa frequente di questo disturbo. Oltre allo stress quotidiano è causa anche lo stress fisico, quale:

  • l’eccessiva esposizione della pelle sotto gli occhi a luce e calore troppo frequentemente e per troppo tempo. Ciò porta al danneggiamento della pelle per invecchiamento precoce;
  • il continuo sfregamento di questa zona così delicata può portare alla rottura dei vasi sanguigni;
  •   l’esposizione del viso a temperature molto basse;
  • il fumo attivo e passivo interferisce con le irrorazione sanguigne al contorno occhi;

Inoltre molte patologie che interessano il naso come la sinusite, le infezioni o le congestioni causate da allergia (da polline e graminacee o da allergie alimentari) possono causare occhiaie, in quanto le vene del naso sono collegate a quelle del plesso periorbitale.

Una particolare tipo di occhiaie da stress è quello presente nei bambini a causa di un problema della vista. I bambini, cercando di correggere il disturbo, affatica gli occhi generando le occhiaie.

Occhiaie da occhiali

L’utilizzo continuo di occhiali causa stress meccanico nella zona sotto gli occhi, specialmente se il paio di occhiali è particolarmente pesante o ruvido. La pelle, già molto fragile per le sue caratteristiche, tende a rovinarsi esponendo il plesso venoso sottostante con la formazione di occhiaie.

Occhiaie ereditarie

La presenza di occhiaie in famiglia può essere predeterminata da una predisposizione genetica all’invecchiamento precoce della pelle, che è sicuramente un fattore di rischio per quanto riguarda la comparsa di occhiaie. Il processo di assottigliamento dei tessuti a causa della ridotta proliferazione delle cellule, della perdita delle fibre collagene e del tono e a causa del rallentamento del flusso sanguigno portano allo scurimento della zona periorbitale.

Occhiaie e reni

I reni sono organi deputati allo smaltimento delle sostanze tossiche per il nostro organismo, attraverso un processo di filtrazione del sangue. Quando questo processo non è sufficiente o efficiente le tossine possono restare in circolo e depositarsi nei tessuti perioculari, provocando la pigmentazione della pelle. Dunque le occhiaie possono essere sintomo di scarsa funzionalità renale. Si associa inoltre ritenzione idrica con dilatazione dei vasi del plesso periorbitale.

Occhiaie e fegato

Come i reni, anche il fegato ha il compito di depurare il sangue che proviene dalla digestione e all’eliminazione degli scarti e delle sostanze estranee che si riversano nel circolo sanguigno. Dunque una cattiva alimentazione e una cattiva digestione possono portare il fegato ad un sovraccarico, con messa in circolo di tossine che provocano la comparsa di occhiaie. Come nel caso di un malfunzionamento renale, ad un sovraccarico epatico si accompagna ritenzione idrica con vasodilatazione.

Occhiaie e tiroide

Esiste una correlazione tra le malattie dell’orbita e la funzionalità della tiroide, nei casi di esoftalmo e endoftalmo. Nelle patologie come il morbo di Graves, in cui si ha un superlavoro tiroideo con ipertiroidismo e metabolismo delle cellule accelerato, la congestione orbitale provoca l’esoftalmo, ovvero la protrusione dell’orbita.

Invece nelle patologie che causano ipotiroidismo cronico si assiste ad un rallentamento del metabolismo cellulare e delle funzioni corporali, si assiste all’endoftalmo, in cui gli occhi si presentano incavati per la perdita del tono tissutale.

Occhiaie e gravidanza

La gravidanza, oltre a essere un’esperienza che cambia la vita, rappresenta dal punto di vista fisico uno stress. A causa degli sbalzi ormonali le normali funzioni fisiologiche vengono meno, con problemi di disidratazione, di microcircolazione e di scarso riposo. È dunque possibile e molto frequente la comparsa di occhiaie nelle donne in gravidanza.

Borse sotto gli occhi

Le occhiaie sono spesso associate e confuse con il rilassamento e piega della palpebra inferiore, ovvero le borse sotto gli occhi. La formazione di queste borse è causata invece, oltre che dalla familiarità e da fattori esterni, dalla ritenzione idrica nella zona perioculare e dall’indebolimento dei tessuti che circondano gli occhi e dei muscoli che sostengono le palpebre. Oltre ad essere connesse a problematiche del microcircolo e all’ipermelanosi, possono indurre un ulteriore oscuramento per l’ombra e per la diversa riflessione della luce causata dalla piega.

 

Fonti:

Dizionario Medico Larousse

Cause delle occhiaie, Dott. Vaccaro

Marco Giglia