borsite

Tutto sulla borsite

Roberta Bartolozzi ortopedia

La borsite è una comune patologia periarticolare, che circonda, gli arti. Si tratta di un’infiammazione o irritazione della borsa delle articolazioni: un sacchetto pieno di fluido lubrificante, situato tra i tessuti (ossa, muscoli, tendini e pelle) necessario a ridurre lo sfregamento, l’attrito e di conseguenza l’irritazione.

Borsite

Che cosa causa la borsite?

La borsite è spesso causata da piccole lesioni che si ripetono nel corso del tempo o da lesioni improvvise e gravi. Anche l’età influisce molto. Più si invecchia e meno i tendini sono in grado di tollerare lo stress, sono meno elastici e e più predisposti agli strappi. I più colpiti risultano essere gli over 40.  Allo stesso modo un uso eccessivo o il danneggiamento dell’articolazione sul lavoro o praticando sport possono aumentare il rischio che una persona venga colpita da borsite. Esempi di attività fortemente rischiose sono:

  • il giardinaggio,
  • la rastrellatura,
  • i lavori di carpenteria,
  • la pittura,
  • il tennis,
  • il golf,
  • lo sci.

Anche una postura non corretta sul luogo di lavoro o in casa e la mancanza di stretching  prima dell’esercizio fisico possono provocare una borsite.

Un osso o una giunzione anormale o malamente posizionata (come la differenza di lunghezza nelle gambe o l’artrite di una articolazione) possono essere la causa di un ulteriore stress a scapito della borsa. Anche altre patologie possono essere causa di borsite. Vediamo quali:

  • l’artrite reumatoide,
  • la gotta,
  • l’artrite psoriasica,
  • i disturbi della tiroide
  • le reazioni allergiche dopo aver assunto dei medicinali inusuali
  • le infezioni.

Quali sono le parti del corpo colpite da borsite?

  • Gomito
  • Spalla
  • Anca
  • Ginocchio
  • Tendine di Achille

Quali sono i sintomi della borsite?

Il sintomo più comune è il dolore che può aumentare gradualmente o essere improvviso e severo, soprattutto se sono presenti depositi di calcio. Una grave perdita di movimento nella spalla, chiamata “capsulite adesiva” o spalla congelata, può derivare anche dall’immobilità e dal dolore associato alla borsite della spalla.

Come si previene la borsite?Qual’è la terapia?

L’esercizio fisico è fondamentale per prevenire l’insorgenza di una borsite. La terapia di ogni forma di borsite consiste nella prevenzione dei fattori aggravanti e/o scatenanti:

  • nel riposo della parte del corpo interessata,
  • nell’utilizzo di farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), qualora lo si ritenga appropriato nel singolo paziente
  • nelle infiltrazioni locali con glucocorticoidi.

Se la condizione non dovesse migliorare nel giro di una settimana, sarebbe meglio consultare un medico, che può prescrivere dei farmaci per ridurre l’infiammazione. I corticosteroidi, noti anche semplicemente come “steroidi”, vengono usati spesso perché agiscono rapidamente nella riduzione dell’infiammazione e del dolore. Gli steroidi possono essere iniettati direttamente nell’area della lesione. Le iniezioni non sempre sono efficaci e potrebbero essere ripetute. Tuttavia, non si dovrebbe esagerare con le iniezioni perchè potrebbero avere effetti collaterali.

La terapia fisica è un’altra opzione utilizzata spesso con esercizi di immobilitazione.

La chirurgia, anche se raramente necessaria, può essere un’opzione quando il trattamento farmacologico non funziona.

Andrebbe consultato un medico nel caso di:

  • febbre
  • gonfiore
  • dolore acuto
  • difficoltà di movimento

Questi potrebbero essere i segni di qualcosa di più grave.pate

Le forme più comuni di borsite

La forma più comune è la borsite subacromiale ( o sottodeltoidea). La borsa subacromiale che è contigua a quella subdeltoidea, è localizzata tra la superficie inferiore dell’acromion  e la testa dell’omero, ed è coperta dal deltoide. La borsite è spesso associata alla tendinite della cuffia dei rotatori.

Un altro esempio è la borsite trocanterica che interessa la borsa posta in prossimità dell’inserzione del gluteo medio sul gran trocantere del femore.  In quest’ultimo caso i pazienti accusano dolore in corrispondenza del versante laterale dell’anca e della coscia (parte superiore) e si può evocare il dolore con la pressione sulla superficie superiore del grande trocantere. L’extrarotazione e l’abduzione contrastata dell’anca evocano anch’esse dolore.

Borsite del ginocchio (prerotulea)

La borsite del ginocchio è l’ infiammazione della borsa situata vicino al giunto del ginocchio, che collega il femore la tibia e la patella. La borsa riduce i punti di attrito e funga da ammortizzatore tra le ossa e i tendini, i muscoli e la pelle nei pressi delle articolazioni. Si può infiammare qualsiasi parte del ginocchio ma generalmente la parte più colpite è la rotula e la sezione interna sotto l’articolazione. La borsite del ginocchio provoca dolore e può limitare la mobilità. Il trattamento include spesso trattamenti medici atti ad alleviare il dolore e l’ infiammazione.

Per quanto riguarda i sintomi, di seguito indicheremo i principali:

  • sensazione di calore e gonfiore della parte colpita.
  • dolore che aumenta dietro pressione
  • dolore in movimento, a volte anche a riposo

La maggior parte dei casi di borsite del ginocchio è dovuta all’attrito e all’irritazione della borsa che si verifica nei lavori che richiedono inginocchiamenti su superfici dure.

Borsite del gomito

La borsite del gomito, detta anche borsite olecranica, interessa la pelle corrugata e l’osso e punta sul retro del gomito chiamato olecranone. Normalmente, la borsa olecranica è piatta. Se si irritata o infiamma, ci sarà un accumulo di liquido dunque borsite. Nei casi di infiammazione acuta vanno escluse una genesi infettiva e la gotta mediante aspirazione, coltura e ricerca di cristalli di acido urico nel liquido senoviale. 

Le cause principali sono:

  • Trauma: un trauma alla punta del gomito può causare borsite producendo liquido e gonfiore in eccesso.
  • Pressione prolungata: se ci si appoggia con la punta del gomito su superfici, un tavolo ad esempio. Tipicamente, questo tipo di borsite si sviluppa in diversi mesi. Alcuni lavoratori sono più vulnerabili rispetto ad altri: in particolare idraulici o tecnici di riscaldamento e climatizzazione che devono strisciare in ginocchio in spazi stretti e appoggiati sui gomiti.
  • Infezione: Se un infortunio alla punta del gomito ferisce la pelle, come un morso di insetti, ferite da foratura, i batteri possono penetrare nella borsa causando un’infezione. La borsa infetta infatti produce fluidi, arrossamenti, gonfiori e dolori. Se l’infezione non viene trattata, il fluido può diventare pus.
  • Alcune malattie: l’artrite reumatoide, la gotta.

 

Il gonfiore del gomito è spesso il primo sintomo. La pelle sul retro del gomito è allentata, il che significa che una piccola quantità di gonfiore non si nota fin da subito. Non appena visibile il gonfiore la borsa comincia ad allungarsi, causando dolore. Il dolore spesso peggiora con la pressione diretta sul gomito. Se la borsite è infetta, la pelle diventa rossa e calda. Se l’infezione non viene trattata subito, può diffondersi ad altre parti del braccio o muoversi nel flusso sanguigno. Ciò può causare gravi malattie. Occasionalmente, una borsa infetta si apre spontaneamente e scompare il pus.

Borsite del gomito: la cura

Se il medico sospetta che la borsite sia dovuta ad un’infezione, indica l’aspirazione (rimozione del fluido) con un ago. La rimozione del fluido aiuta a alleviare i sintomi e fornisce al medico un campione che può essere esaminato in un laboratorio per identificare se crescono dei batteri. Questo consente al medico di sapere se è necessario un antibiotico specifico per combattere l’infezione. Il medico può prescrivere gli antibiotici prima che venga identificato l’esatto tipo di infezione, per impedire che progredisca.

Se la borsite non è causata da un’infezione, vi saranno diverse possibilità di trattamento.

  1. Un rilievo del gomito può essere utilizzato per ammortizzare il gomito.
  2. Cambiamenti di attività. Evitare le attività che causano una pressione diretta al gomito gonfio.
  3. Farmaci. I farmaci orali come ibuprofene o altri anti-infiammatori possono essere usati per ridurre il gonfiore e alleviare i sintomi. Se il gonfiore e il dolore non rispondono a queste cure dopo 3-4 settimane, il medico suggerisce di rimuovere il liquido dalla borsa e di iniettare un corticosteroide.
  4. Iniezioni di corticosteroidi di solito funzionano bene per alleviare il dolore e il gonfiore. Tuttavia, i sintomi possono tornare.

Borsite della spalla

Le cause possono includere lesioni, o malattie che causano infiammazioni articolari, come l’artrite reumatoide. La borsite della spalla è anche conosciuta come “borsite subacromiale”. Può essere trattata in modi diversi.

Se si soffre di borsite, alcuni movimenti della spalla e del tendine possono causare dolore e disagio significativi. Il dolore può variare in base alla lesione. Tuttavia, alcuni dei sintomi più comuni di borsiti sono:

  • Dolore che peggiora quando si solleva il braccio 
  • Alcune persone sono a rischio più elevato per la borsite della spalla perché utilizzano una spalla più di un’altra.

Di seguito le persone più inclini alla borsite: carpentieri, musicisti, atleti, giardinieri. Tuttavia, chiunque può si danneggiare la spalla e sviluppare una borsite.

Altri tipi di borsite

La borsite può interessare diverse parti del corpo. Oltre alle suddette vi sono le borsiti:

  • al piede,
  • all’anca,
  • all’alluce,
  • borsite retrocalcaneale che coinvolge la borsa tra il calcagno e la superficie posteriore del tendine d’achille. Il dolore viene avvertito dietro il tallone e può comparire una tumefazione del tendine stesso. E’ frequente in caso di spondiloartropatie, artrite reumatoide, gotta, episodi traumatici. 
  • borsite achillea, del calcagno o calcaneare che colpisce il tallone. La causa scatenante sono calzature inadeguate o troppo strette e sovraccarico meccanico.
  • borsite ischiatica, detta anche natica della tessitrice, colpisce il gluteo e si manifesta dopo aver trascorso troppo tempo seduti su di una superficie rigida.
  • borsite dell’ileopsoas, interessa la borsa che giace tra questo muscolo e l’articolazione coxofmorale.
  • borsite prepatellare, detta anche ginocchio della lavandaia, compare a carico della borsa tra la rotula e la cute sovrastante ed è provocata da una posizione inginocchiata prolungata si superfici dure.

 

Roberta Bartolozzi