cellophane maculare

Pucker maculare o cellophane maculare: cause, intervento e post intervento

Roberta Bartolozzi occhi Leave a Comment

Il pucker maculare è una malattia che si manifesta sotto forma di tessuto cicatriziale tra il vitreo e la macula dell’occhio, la porzione centrale della retina.

Per comprendere a fondo cosa sia il pucker maculare, è opportuno prima capire cos’è la macula.

Macula
Si tratta della zona al centro della retina e anche la più sensibile agli stimoli luminosi. Fornisce, inoltre, la nitidezza necessaria per poter leggere, guidare e distinguere bene i dettagli.

Il pucker maculare è anche conosciuto con i termini di  cellophane macularemembrana epiretinicasindrome dell’interfaccia vitreoretinica, membrana preretinica, maculopatia a cellophane, ruga della retina.

Domande frequenti sul pucker maculare

  1. Pucker maculare e maculopatia senile sono la stessa cosa?

    No. Un pucker maculare e la maculopatia senile, o degenerazione maculare senile legata all’età sono due condizioni distinte, anche se i sintomi sono simili.

  2. Un pucker maculare può degenerare?

    Nella maggior parte dei casi, la visione della persone colpite dal cellophane maculare non tende a peggiorare e rimane stabile. Di solito il pucker maculare colpisce solamente un occhio, anche se in seguito può influenzare negativamente anche l’altro occhio.

  3.  Un pucker maculare è simile ad un foro maculare?

Anche in questo caso, pur avendo entrambi sintomi simili (visione distorta e offuscata) il pucker maculare e il foro maculare sono due patologie distinte e separate. Entrambe sono causate da un distacco del vitreo. Quando il vitreo si separa dalla retina, di solito a causa del processo di invecchiamento, può causare danni microscopici alla retina. Quando la retina guarisce, il tessuto cicatriziale può essere causa di un pucker maculare. Raramente, un pucker maculare si svilupperà in un foro maculare. Soltanto un oculista può diagnosticare un pucker maculare oppure un foro maculare.

Quali sono le cause di un pucker maculare?

La parte interna dell’occhio è composta principalmente dal corpo vitreo, una sostanza gelatinosa che riempie circa l’80 per cento degli occhi e aiuta a mantenere una forma rotonda. Il vitreo contiene milioni di fibre sottili attaccate alla superficie della retina. Con l’avanzare dell’età, il vitreo si contrae lentamente e comincia a staccarsi dalla superficie della retina. Questo processo prende il nome di distacco del vitreo, e in genere è normale. Nella maggior parte dei casi, non si verificano effetti negativi, ad eccezione di un piccolo aumento di corpi mobili, che sono”ragnatele” o macchie che sembrano galleggiare nel campo visivo.

Tuttavia, a volte, quando il vitreo si allontana dalla retina, si verifica un danno microscopico alla superficie della retina. Quando questo accade, nella retina inizia un processo di guarigione per la zona danneggiata e si forma così un tessuto cicatriziale sulla superficie della retina. Questo tessuto cicatriziale è saldamente attaccato alla superficie della retina ed è come una ruga che di solito non porta alcun problema alla visione centrale. Tuttavia, se il tessuto cicatriziale contraendosi provoca una deformazione della macula, allora in questo caso si manifestano dei problemi alla vista che diviene offuscata e distorta.

I sintomi di un pucker maculare

Raramente si verifica una perdita totale della vista, anche se vi sono casi più o meno gravi.  Le persone con un pucker maculare notano che la loro visione è sfocata o lievemente distorta, e alla vista  possono apparire dell linee rette o ondulate. Possono, altresì, avere difficoltà a vedere bene i dettagli e leggere caratteri piccoli. Si può presentare una zona grigia al centro della visione.

La diagnosi del pucker maculare: OCT Macula

Sono due gli esami che consentono di diagnosticare un pucker maculare: l’esame del fondo dell’occhio e la tomografia a coerenza ottica (OCT). Si tratta di un esame diagnostico non invasivo che consiste nell’uso di un ecografo che si serve della luce laser. Permette di analizzare la retina e, in particolare, la macula. L’OCT fornisce una serie di immagini di sezioni trasverse della retina dando varie informazioni sulla sua composizione.

Pucker maculare: terapia e intervento

Un pucker maculare di solito non richiede nessun trattamento. In molti casi, i sintomi di distorsione della visione e sfocatura sono lievi, e non è necessario alcun trattamento. Le persone di solito si adattano ad una lieve distorsione visiva, a patto che questa non influisca nelle attività della vita quotidiana, come la lettura e la guida.

Non servono particolari cure  così come non sono necessari colliri, farmaci, integratori alimentari, poichè essi non miglioreranno mai  la visione distorta causata da un pucker maculare.

Raramente, la visione si deteriora al punto da non consentire più il normale svolgimento delle attività quotidiane di routine. Tuttavia, quando questo accade, la chirurgia è l’unica soluzione possibile. Questa procedura è chiamata vitrectomia, e consiste nella rimozione del gel vitreale e nella sua sostituzione con una soluzione salina. Dal momento che il vitreo è  composto principalmente da acqua, non si noterà alcun cambiamento tra la soluzione salina e il vitreo rimosso. Inoltre, viene anche rimosso il tessuto cicatriziale causa della formazione delle grinze.

Di recente viene praticata una chirurgia mini-invasiva che prende il nome di vitrectomia 27G. Vengono introdotte tre piccolissime canule nella sclera, la parte bianca dell’occhio, all’interno delle quali viene fatto scorrere il vitrectomo, uno strumento che taglia e aspira, rimuovendo il vitreo. La membrana viene in seguito pelata dalla retina (peeling).  Spesso si esegue contestualmente anche l’asportazione del cristallino dal momento che si può verificare che in seguito all’intervento si sviluppi una cataratta.

Una vitrectomia viene eseguita di solito in anestesia locale e senza la necessità di ricoverarsi.

Pucker maculare post intervento

Dopo l’intervento di rimozione del pucker maculare, si rende necessario indossare una benda sull’occhio per un paio di giorni o settimane per proteggere l’occhio. Si dovrà, inoltre, utilizzare un collirio per proteggere l’occhio da eventuali infezioni.

L’intervento chirurgico pucker maculare è molto delicata, e mentre la visione migliora in molti casi, di solito non ritorno alla normalità. In media, circa la metà della visione persa da un pucker maculare viene ripristinato; alcune persone hanno significativamente più visione restaurata, un po ‘meno. Nella maggior parte dei casi, la distorsione visione è notevolmente ridotta. Recupero di visione può richiedere fino a tre mesi. I pazienti devono parlare con il loro oculista circa se il trattamento è appropriato.

Quali sono i rischi della vitrectomia per pucker maculare?

Come già detto in precedenza, la complicanza più comune di una vitrectomia è un aumento del tasso di sviluppo della cataratta. Chirurgia della cataratta può essere necessaria nel giro di pochi anni dopo la vitrectomia. Altri complicazioni meno comuni sono il distacco di retina durante o dopo l’intervento chirurgico, ed eventuali infezioni. Inoltre, il pucker maculare può ricrescere, ma questo è molto raro.

Fonti:

https://nei.nih.gov/health/pucker/pucker

http://www.oculistapanicoclaudiotorino.com/chirurgia/macula/puker-maculare.html 

Oftalmologia essenziale, Frezzotti – Guerra. Casa Editrice Ambrosiana , Edizione: II 2006

Roberta Bartolozzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *