fertilità

5 consigli utili per migliorare la fertilità

Roberta Bartolozzi News & Events Leave a Comment

Una coppia che intende avere un figlio dovrebbe seguire uno stile di vita sano rinunciando innanzitutto a cattive abitudini come fumo e droghe, anche leggere. Ecco 5 consigli che, se seguiti con costanza, favoriranno un eventuale concepimento.

1. No a fumo

Il fumo diminuisce la produzione di cellule uovo nella donna e di spermatozoi nell’uomo. Le donne fumatrici hanno il 20% di probabilità  in meno di avere un figlio in tempi brevi rispetto a quelle che non fumano.

2. No a droghe

Le droghe influenzano negativamente la produzione di spermatozoi. Nello specifico, la marijuana nuoce alla fertilità maschile abbassando i livelli di testosterone, riducendo il volume del fluido seminale e peggiorandone la mobilità. Anche nella donna la marijuana può essere causa di interruzione dell’ovulazione.  La cocaina, gli oppioidi e l’extasy provocano danni sia all’uomo che alla donna. Nell’uomo favoriscono l’aumento di spermatozoi con problemi genetici, mentre nella donna diminuiscono la riserva ovarica. Anche gli anabolizzanti andrebbero evitati dal momento che, l’uso prolungato, porta ad un blocco nella produzione di spermatozoi

3. Evitare di contrarre malattie sessualmente trasmesse (MST)

Le malattie sessualmente trasmesse sono quelle che si contagiano attraverso rapporti sessuali ossia: la sifilide, la gonorrea, il linfogranuloma venereo, la tricomoniasi, l’herpes, l’epatite B, l’HIV, e il Papilloma Virus.  La loro conseguenza potrebbe essere l’alterazione degli organi sessuali sia maschili che femminili: la chiusura delle tube nella donna e delle vie seminali nell’uomo.

4. Eseguire dei controlli medici

L’uomo dovrebbe recarsi dall’andrologo per controllare il liquido seminale e diagnosticare un eventuale varicocele, ossia le vene varicose del testicolo responsabili dell’aumento della temperatura con conseguente rischio di sterilità. Una donna dovrebbe eseguire  un dosaggio dell’ormone antimulleriano che stabilisce la riserva ovarica.

5. Dieta proteica

Un consumo regolare di proteine sia animali che vegetali (pesce, carne, uova, legumi con verdura) migliora la ricettività dell’utero agli estrogeni con aumento della capacità di accogliere il feto.

 

 

 

Roberta Bartolozzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *