malattia di hashimoto

Tiroidite di Hashimoto: sintomi, conseguenze e dieta corretta

Roberta Bartolozzi Malattie autoimmuni

La tiroidite di Hashimoto, chiamata anche malattia di Hashimoto,  è una malattia autoimmune (il sistema immunitario si rivolta contro i tessuti del corpo). In particolare nei pazienti con Hashimoto, il sistema immunitario attacca la tiroide. Questo può portare all’ipotiroidismo, una condizione in cui la tiroide non produce abbastanza ormoni per i bisogni del corpo. Situata nella parte anteriore del collo, la ghiandola tiroide produce ormoni che controllano il metabolismo: la frequenza cardiaca e quanto velocemente il corpo brucia le calorie dagli alimenti che si ingeriscono.

Cause della tiroidite di Hashimoto

Le cause della tiroidite di Hashimoto sono sconosciute anche se si ritiene che siano molti fattori che entrano in gioco:

  • Geni

Le persone con Hashimoto hanno spesso familiari con malattie della tiroide o altre malattie autoimmuni. Pertanto si ritiene che intervenga una componente genetica.

  • Ormoni.

Si pensa che gli ormoni possano avere un ruolo fondamentale nella malattia poichè le donne sono 7 volte più colpite rispetto agli uomini. Inoltre, alcune donne hanno problemi alla tiroide a un anno dalla gravidanza. Sebbene il problema di solito scompaia, ben il 20% di queste donne sviluppa Hashimoto diversi anni dopo.

  • Eccesso di iodio

Alcuni studi suggeriscono che la malattia possa essere scatenata da alcuni farmaci e da un eccesso di iodio, un oligoelemento richiesto dal vostro corpo per produrre ormoni tiroidei. Sicuramente la predisposizione genetica  gioca un ruolo fondamentale nello sviluppo della tiroidite di Hashimoto.

  • Esposizione alle radiazioni

Pare che le persone esposte a radiazioni possano manifestare un elevato rischio di contrarre la malattia. Ad esempio coloro i quali sono stati colpiti dalle bombe atomiche in Giappone, l’incidente nucleare di Chernobyl e il trattamento con radiazioni per una forma di cancro del sangue chiamata malattia di Hodgkin.

I sintomi della tiroidite di Hashimoto

I sintomi di Hashimoto possono essere inizialmente lievi o richiedere anni prima del loro sviluppo. Il primo segno della malattia è spesso la tiroide ingrossata, chiamata gozzo. Il gozzo potrebbe far gonfiare la parte anteriore del collo. Il gozzo ingrossato può rendere difficile la deglutizione. Altri sintomi di una tiroide iperattiva dovuta a Hashimoto sono:

  • aumento di peso
  • fatica
  • pallore o gonfiore del viso
  • dolore articolare e muscolare
  • stipsi
  • incapacità di riscaldarsi
  • difficoltà a rimanere incinta
  • dolore articolare e muscolare
  • perdita di capelli o diradamento,
  • capelli fragili
  • mestruazioni irregolari e abbondanti
  • depressione
  • battito cardiaco rallentato

Dal momento che i sintomi della tiroidite di Hashimoto possono essere simili a quelli di altre condizioni mediche, è importante consultare il medico per una corretta diagnosi.

Trattamenti per la tiroidite di Hashimoto

Non esiste una cura per la tiroidite di Hashimoto, ma sostituire gli ormoni con i farmaci può regolare i livelli ormonali e ripristinare il normale metabolismo.

La dose esatta dei farmaci prescritti dal medico dipenderà da una serie di fattori, tra cui:

  • età
  • peso
  • gravità dell’ipotiroidismo
  • altri problemi di salute
  • altri medicinali che possono interagire con ormoni tiroidei sintetici

Una volta che iniziato il trattamento, il medico prescriverà un test di laboratorio chiamato test dell’ormone stimolante la tiroide (TSH) per monitorare la funzione tiroidea e aiutare a ottenere la giusta dose dei farmaci. Dal momento che gli ormoni tiroidei agiscono molto lentamente nel corpo, potrebbero essere necessari alcuni mesi prima che i sintomi scompaiano e il gozzo si restringa. Tuttavia, i gozzi più grandi che non mostrano miglioramenti possono, nei casi più gravi, condurre alla rimozione della ghiandola tiroidea.

Tiroidite di Hashimoto e dieta

Qual’è l’alimentazione giusta nei casi di tiroidite di Hashimto? Nel trattamento della tiroidite di Hashimoto bisognerebbe seguire una dieta equilibrata ed eliminare alcuni alimenti. Di seguito riportiamo dei semplici consigli alimentari:

  1. Evitare o comunque ridurre determinati cibi tra cui: zucchero raffinato, latticini e glutine.
  2. Diminuire gli ortaggi provenienti dalla famiglia delle crocifere: broccoli, cavolfiori.
  3. Aumentare frutta e verdura (carote, peperone rosso,patate, avocado).

 

Roberta Bartolozzi